Prestazioni

  • Che tipo di prestazioni posso ottenere al momento del pensionamento?

    Al momento del pensionamento sono previste due tipi di prestazione:
    - la rendita pensionistica,
    - la prestazione in capitale.
    La prestazione pensionistica complementare può essere richiesta in forma di capitale:
    - sempre, fino al 50% del montante accumulato in Previcooper,
    - al 100% se la rendita derivante dalla conversione del 70% della posizione accumulata risulti di ammontare inferiore al 50% dell'assegno sociale,
    - al 100% se, al momento del pensionamento nel regime obbligatorio, l'iscritto al Fondo pensione non ha ancora maturato i requisiti minimi previsti per l'accesso alle prestazioni pensionistiche.

  • Quando matura il diritto alle prestazioni pensionistiche complementari?

    Il diritto si matura se si è in possesso dei requisiti per accedere al pensionamento obbligatorio e si è iscritti da almeno 5 anni al Fondo.

  • Cosa succede in caso di morte dell'associato prima del pensionamento?

    La posizione individuale del deceduto è riscattata dagli eredi ovvero da eventuali beneficiari designati dall'associato. In mancanza di tali soggetti la posizione resta definitivamente acquisita a Previcooper e si distribuisce tra tutti gli altri iscritti.

  • È possibile chiedere un'anticipazione della posizione individuale maturata?

    Sì. È possibile ottenere fino al 75% della posizione maturata:
    - in qualsiasi momento per spese sanitarie,
    - dopo almeno 8 anni di adesione a Previcooper per acquisto della prima casa di abitazione per sé o per i figli e interventi di ristrutturazione della prima casa di abitazione.
    Inoltre, sempre dopo 8 anni di partecipazione, è possibile richiedere una anticipazione fino al 30% per ulteriori esigenze dell'iscritto.
    Le anticipazioni, a qualsiasi titolo, non possono superare il 75% della posizione tempo per tempo maturata.

  • Quando è possibile riscattare la posizione dal fondo?

    Previcooper prevede, nel caso in cui l'aderente perda i requisiti di partecipazione al Fondo, il diritto di riscattare immediatamente la propria posizione individuale.
    La normativa prevede inoltre altre cause che giustificano il riscatto e sono fiscalmente agevolate:
    - il riscatto parziale, nella misura del 50% della posizione individuale maturata, nei casi di cessazione dell'attività lavorativa che comporti l'inoccupazione per un periodo di tempo non inferiore a 12 mesi e non superiore a 48 mesi, o in caso di procedure di mobilità, cassa integrazione guadagni ordinaria o straordinaria;
    - il riscatto totale della posizione individuale maturata per i casi di invalidità permanente che comporti la riduzione delle capacità di lavoro a meno di un terzo oppure a seguito di cessazione dell'attività lavorativa che comporti l'inoccupazione per un periodo di tempo superiore a 48 mesi. Tale facoltà non può essere esercitata qualora manchino all'aderente 5 anni per raggiungere i requisiti che danno diritto alla prestazione pensionistica, poiché in questo caso l'aderente può richiedere la prestazione pensionistica complementare.
    - il riscatto per morte del lavoratore prima di accedere alla prestazione pensionistica. L'intera posizione individuale maturata dall'iscritto è riscattata dagli eredi o dai diversi beneficiari dallo stesso designati, siano essi persone fisiche giuridiche. In mancanza di tali soggetti la posizione resta acquisita al Fondo e si distribuisce tra tutti gli altri iscritti.

  • Per quanto tempo viene erogata la rendita pensionistica?

    La rendita viene erogata fino al decesso del beneficiario della rendita medesima.
    È possibile, inoltre, che la rendita sia anche reversibile su un'altra persona (es. coniuge, figli ecc.)
    La rendita reversibile viene erogata al beneficiario finché questi è in vita. Alla sua morte, la rendita viene erogata al beneficiario superstite (reversionario).

  • Posso designare più beneficiari della mia rendita pensionistica?

    Sì. Ovviamente l'entità della rendita si ridurrà in proporzione al numero e soprattutto all'età dei beneficiari che verranno effettivamente designati.

  • Cosa succede quando il lavoratore iscritto a Previcooper perde i requisiti di partecipazione?

    La perdita dei requisiti di partecipazione può originare da diverse situazioni (perdita del lavoro, modificazioni del rapporto di lavoro, cambiamento di attività, licenziamento, mobilità…).L'iscritto a Previcooper può:
    - trasferire la propria posizione individuale ad altra forma pensionistica complementare;
    - riscattare il 50%, 90% o 100% della posizione individuale.

  • Se ho riscattato la posizione, posso reiscrivermi a Previcooper?

    Sì, se l'attività lavorativa è regolata dal CCNL che prevede Previcooper quale forma pensionistica complementare di categoria.

  • In costanza dei requisiti di partecipazione, quando è possibile trasferire la posizione individuale?

    La facoltà di trasferimento della posizione individuale dell'iscritto stesso presso un'altra forma pensionistica può avvenire non prima di due anni di permanenza nel fondo.

Previcooper - C.F. 97150950588